SEQUESTRO ALLEVAMENTO DI TRE CASTELLI

Questa sezione del nostro sito é dedicata al sequestro dei cani dell’allevamento di Tre Castelli It Show Kennel del 7 gennaio 2021 dove erano presenti anche i volontari della nostra associazione insieme al Corpo forestale dei Carabinieri e varie Guardie zoofile.
Pubblicheremo in questa sezione le notizie inerenti ai cani e alla possibilità di darli in adozione. I cani per il momento non possono essere adottati, ma dovremmo aspettare fino a che non saranno terminate tutte le procedure relative al sequestro.
Chi fosse interessato ad una o più adozioni, può fin da ora compilare il form sottostante. In questo modo verrete ricontattati nel momento in cui sarà possibile procedere con le adozioni.
FAQ - DOMANDE FREQUENTI CHE LE PERSONE CI RIVOLGONO

Perché non si possono adottare ora i cani ?

1) perché sono sotto sequestro e di proprietà dell’allevatore

2) perché i cani devono essere testati per via dell’epidemia di brucellosi

 

In cosa consistono i test?

1) la brucellosi canina in europa non si é mai verificata per cui non ci sono statistiche, né uno storico a cui fare riferimento, solamente uno studio dell’Istituto zooprofilattico di Teramo di luglio 2020 proprio su questo allevamento, che ognuno può scaricare su internet e leggere.

2) Il ministero della salute a Roma ha imposto al servizio veterinario locale due test sui cani negativi per essere sicuri che il batterio non si ripresenti. Per ogni test occorrono 42 giorni di tempo per avere il risultato

 

Cosa si sta facendo attualmente?

Le Istituzioni (comune di Tre Castelli, Regione) stanno cercando una struttura completamente vuota dove trasferire i cani ed iniziare a ritestarli e finire le sterilizzazioni, ma ci sono problemi di varia natura per cui attualmente la situazione é in stallo. Abbiamo proposto varie volte i container della protezione civile ma la Regione non ha ancora preso una decisione

 

Dove stanno attualmente i cani?

I cani sono rimasti nell’allevamento ma sono cresciuti di numero perché non ancora tutti sterilizzati. Siamo a circa 900 cani da quanto ci dice l’allevatore. Il problema sono i cani chiusi in casa nei trasportini. Molto frequenti gli azzannamenti specie tra i maschi.

 

A cosa servono i soldi che stiamo raccogliendo ?

Per ora servono a non farli morire di fame. Da oltre tre settimane siamo praticamente solo noi che approvvigioniamo di crocchette l’allevamento che ha bisogno di circa 50 kg. di crocchette al giorno, oltre a qualche altra donazione una tantum di altre persone. Inoltre abbiamo comprato varechina, guanti e rotoli di carta. domani parte un altro carico di crocchette. Con questo siamo a 2500 euro di cibo comprato e portato all’allevamento. In questo momento é l’unico aiuto che come volontari possiamo dare a questi cani


QUESTA E’ LA SITUAZIONE CHE ABBIAMO TROVATO IN DATA 21 FEBBRAIO 2021
Oggi siamo andati a fare una visita nell’allevamento di Trecastelli (AN) sequestrato oltre un mese fa e a cui abbiamo fornito finora 1.500,00 euro di crocchette per evitare che i cani soffrissero la fame. La situazione non è cambiata di una virgola da allora, anzi possiamo sicuramente dire che, se possibile, è peggiorata a causa delle continue nascite di cuccioli, di cui molti positivi al batterio della Brucella canis, che si susseguono a causa della mancata sterilizzazione.
Nell’allevamento ormai manca di tutto, dalle crocchette ai prodotti per la pulizia, dai disinfettanti alla carta utilizzata come lettiera nei trasportini impilati l’uno sopra l’altro. La situazione per quanto riguarda la pulizia dei box esterni è ancora buona ma ormai le condizioni dei cani detenuti dentro la casa sono diventate inaccettabili, almeno per quanto riguarda le condizioni di detenzione. Non riusciamo a capire che cosa stanno aspettando l’ASUR, il Ministero della Salute e la Regione Marche a procedere allo spostamento almeno di una parte dei cani in altra struttura, per poi procedere alle sterilizzazioni, ai test e quindi alle adozioni.
Decongestionare l’allevamento è ormai diventato non solo urgente ma anche moralmente non procrastinabile, in un Paese in cui la detenzione incompatibile degli animali d’affezione è un reato che deve essere al più presto interrotto. E in questo momento non ci sembra che i soggetti che avrebbero dovuto provvedere alla soluzione di un così grave problema si stiano muovendo con la necessaria determinazione e rapidità.
Non riusciamo a capire perché ancora non si sia individuata una struttura per trasferire i cani, dopo che era stata proposta una semplice soluzione utilizzando i container già messi a disposizione dalla Protezione Civile della Regione Marche. Noi continueremo ad assicurare crocchette per i prossimi mesi, ed ora anche materiale di pulizia e sanificazione utilizzando le generose risorse messe a disposizione dai donatori, ma il nostro non può essere interpretato come un dovere che prosegue a tempo indeterminato. Le nostre risorse e la nostra pazienza non sono infinite e si stanno esaurendo in fretta.

Sotto le foto e video realizzati ieri durante la nostra visita nell’allevamento.

 


A seguito del sequestro degli 859 cani a Trecastelli, si è venuta a creare una grave emergenza dovuta alla scarsità del cibo a disposizione per i prossimi mesi.
L’attuale proprietario, che è anche custode giudiziario, ha finito le scorte di crocchette e ha comunicato di non aver risorse finanziarie sufficienti per acquistare i circa 50 kilogrammi al giorno necessari. Al momento non sappiano neanche quante nascite ci siano state dal giorno del sequestro e quindi riteniamo che i cani siano sicuramente aumentati.
L’Associazione Amici Animali di Osimo ha già quindi provveduto autonomamente ad acquistare e consegnare un primo carico di crocchette per un valore di 500,00 euro, utilizzando risorse proprie che erano destinate invece ai cani detenuti nei canili.
Abbiamo quindi bisogno dell’aiuto di tutti per ricostituire le scorte alimentari almeno per qualche mese, in attesa che gli organi competenti, l’ASUR e la Regione Marche in primis, decidano quali azioni mettere in campo per risolvere il grave problema o almeno indichino il percorso per arrivare velocemente all’adozione dei cani negativi al batterio della Brucella canis.
Per questo abbiamo aperto un c/c bancario e un conto paypal dedicato a questa impellente COLLETTA NAZIONALE per non far morire i circa 900 piccoli cani di fame.

Tutti i fondi che confluiranno in questo conto e tutte le spese che faremo saranno rendicontate analiticamente ogni due mesi alla Presidenza del Consiglio Regionale della Regione Marche e pubblicate sul nostro sito per offrire massima trasparenza ai donatori, che potranno comunque rimanere anonimi.

Su questa pagina potrete leggere tutti gli aggiornamenti, vedere le foto e seguire la nostra battaglia per restituire dignità e salute agli sfortunati cani di Trecastelli.
Anche un piccolo aiuto è per noi fondamentale e vi invitiamo a diffondere questo appello a tutte le persone che conoscete tramite qualsiasi mezzo (social media, mail, contatti personali ecc)

PER EFFETTUARE DONAZIONI:

  • Bonifico bancario
    C/C intestato Associazione Amici Animali ODV
    IBAN IT23I0854937490000000401700 
  • Donazione con paypal


Se sei interessato ad una adozione compila il form sottostante:

**


**

Aggiornamento 22 febbraio 2021

Articolo uscito oggi al Corriere Adriatico:

Aggiornamento 21 febbraio 2021
Aggiornamento 15 febbraio 2021
Aggiornamento 12 febbraio 2021
Aggiornamento 10 febbraio 2021

Video andato in onda il 10 di febbraio 2021 su etvmarche.

Aggiornamento 4 febbraio 2021
Aggiornamento 3 febbraio 2021

Da quanto ci hanno appena detto tra 10 giorni arriveranno 6 containers della protezione civile che verranno posizionati davanti all’allevamento per decongestionare la struttura e dare la possibilità al servizio veterinario di dividere, sterilizzare e testare i cani. Separeranno i negativi dai positivi.
Questo processo sarà piuttosto lungo perché i cani devono essere testati due volte per essere sicuri della loro negatività ed essere pronti per essere adottati.
Nel frattempo stiamo organizzando una raccolta fondi per aiutare con il cibo a sfamare questi cani. Nel giro di un paio di giorni al massimo vi daremo le coordinate bancarie di un conto dedicato a questi cani e chi vorrà potrà fare una donazione. Il tutto nella massima trasparenza. Periodicamente pubblicheremo la cifra raccolta e il cibo comprato.
Per tamponare nell’immediato, abbiamo ordinato 380 kg. di crocchette a nostre spese, che verranno consegnate all’allevamento venerdì mattina direttamente dal grossista.
Pubblicheremo le foto dell’avvenuta donazione successivamente.

Aggiornamento 29 gennaio 2021


Lunedì 1 febbraio la nostra Associazione avrà un incontro con la Regione Marche per  avere chiarimenti sulla effettiva pericolosità della brucella canis.
Le adozioni quindi sono ancora bloccate.

 

Aggiornamento 28 gennaio 2021
Aggiornamento 26 gennaio 2021


Questo è l’articolo pubblicato sui quotidiani di oggi. Naturalmente l’Associazione sta facendo tutto il possibile per gestire al meglio la situazione che presenta anche risvolti legali. Per questa ragione l’Associazione si riserva di dare una risposta all’articolo nella giornata di domani. Tutto questo nell’intento di sbloccare le adozioni al più presto e per chiarire al meglio i dettagli di questa situazione.
Leggi il consenso informato >>

Aggiornamento 23 gennaio 2021

Ancora i cani non sono disponibili per le adozioni. La nostra Associazione è in costante contatto con il Servizio Veterinario e la Forestale per velocizzare al massimo le pratiche burocratiche. Si prega gentilmente di non chiamare telefonicamente l’Associazione dato che le informazioni che state leggendo saranno le stesse che vi potremmo dare a voce al telefono. Non appena la situazione sarà sbloccata contatteremo personalmente tutte le persone che hanno lasciato i dati attraverso il form sottostante. Grazie per la collaborazione.

Aggiornamento 7 gennaio 2021

 

 

Aiutateci a sostenere le nostre battaglie a tutela dei nostri animali. DONA IL TUO 5XMILLE!

CODICE FISCALE DELL’ASS. AMICI ANIMALI 93098890424